10 cose che ho imparato in Sudamerica

Visto che negli anni ho definitivamente perso la capacità di scrivere più di 20 parole in fila; visto che la voglia di scrivere mi ha abbandonato definitivamente (e magari fosse la sola …); visto che l’arrivo degli anta mi rende sempre più pigro (ma per fortuna anche sintetico), provo a condensare quello che ho visto…

Cerchiobaleno?

Foto scattata più o meno sulla verticale di Bologna, due giorni fa. Di sicuro qualcuno sa il nome di questo fenomeno, ma Andrea lo chiamava così … Ok, in realtà è solo una scusa per provare ad inviare un post dall’app di wordpress. Potrebbe essere cancellato al volo …

Blogger che non sono stati

Uno dei temi più gettonati di questi ultimi mesi è sicuramente la supposta fine dei blog, in quanto il dibattito si sposta progressivamente su piattaforme più orientate al commento come twitter, friendfeeed o facebook. Ne hanno parlato più o meno tutti, sicuramente blogger molto più autorevoli del sottoscritto, eppure io la vedo un po’ diversamente,…

Che fare di internet?

Due modi d’intendere la rete: il vecchio, che annaspa il nuovo, che inesorabilmente si fa strada No, non è il milionesimo post retorico spaccaballe frignone della serie “loro hanno Obama e a noi tocca il berlusca gnegnegne”, è solo l’ultimo, lampante esempio di come la vecchia e decrepita logica dell’economia industriale del XIX secolo, agonizzante…

Feedburner?

Post quasi inutile, ma che succede a feedburner? Per qualche strano motivo, quando scrivo un post, non lo vedo su Google Reader prima di due giorni. Sono l’unico? – probabilmente si. Investigation in progress …

Sondaggi fatti con lo spam

Leggo Trusted Source, che in un post di un paio di giorni fa (citato pure dal NYT) determina la popolarità dei candidati alle presidenziali USA analizzando la frequenza in cui i rispettivi nomi compaiono nei messaggi di spam, ed imparo come si estrapolano le tendenze nel mondo duepuntozero. A leggere certe dichiarazioni dei nostri politicanti,…

Non sono in media

Nulla da obbiettare sull’articolo di Erick Schonfeld su TC di oggi, però devo ammettere che la slide sull’utente medio di LinkedIn, ove la maggioranza degli utenti è yankee, come in tutti i social network, mi fa venire in mente che forse le differenze tra le due parti dell’atlantico sono davvero grandi. In realtà l’account su…