Project management wishlist

Scritto da Marco il 6 ottobre 2013

Categorie: lavoro, progetti, software, tools

Nel mio lavoro, io scrivo progetti.

Ogni volta che c’è un cliente da ristrutturare / aggiornare / consolidare / younameit c’è un progetto che parte, quasi sempre diviso in fasi, a cui partecipano regolarmente più persone, che spesso provengono da aziende diverse, hanno mansioni diverse e costi diversi. E ci sono anche i costi dei materiali da usare per portare a termine i lavori, la logistica, eccetera.

Nulla di trascendentale, ma fino ad oggi questo è il modo migliore che sono riuscito a trovare per fare dei budget decenti insieme a tempistiche chiare e soprattutto esplicative. E’ anche intuitivamente ben diverso presentarsi con un conto da €10K per una aleatoria “settimana di lavoro”, o presentare un ben dettagliato piano di tutte le attività necessarie e le persone coinvolte.

Aggiungiamo poi che per indole personale e correttezza professionale sono piuttosto avverso a quel tipo di persone che si presentano banfando di sistemare tutto in tre giorni, salvo poi scoprire che ci voleva una settimana solo per venire a capo di un print server che non salva le configurazioni.

E’ chiaro che col tempo ho iniziato a selezionare i vari software che danno un supporto decente a questo tipo di attività, sotto tutti i punti di vista. Un po’ come tutti, ho iniziato dal più classico Microsoft Project, anche perché 6/7 anni fa non ce n’erano molti altri. Project è straordinario. Fa praticamente tutto, ha una curva di apprendimento non troppo ripida, ed una volta che se ne capisce la logica, ci si lavora che è una meraviglia.

Purtroppo è anche diventato vergognosamente costoso, ed oggi ha un difetto invalicabile: non c’è niente che si possa fare da iPad, a parte scaricare uno degli n-mila visualizzatori compatibili. Niente collaborazione online a meno di avere un server sharepoint, ed in ogni caso diventa indispensabile che tutti gli utenti abbiano la loro bella versione del costos-errimo software installata sul PC. Magari adesso c’è qualcosa che si può fare con il nuovo Windows Mobile (o come si chiama questa settimana), ma io sono fermo a Windows 7pro ed iOS.

Giocoforza sono dovuto passare a qualcosa di meno costoso gratiuto, ed un paio d’anni fa ho scoperto OpenProject (che adesso si chiama Project Libre), e mi sono trovato benone. A parte i bug, ovviamente; a parte che talvolta nel salvare i file li distrugge [sic], e a parte l’interfaccia orrenda, funziona. Ma ha lo stesso difetto originale di Project: niente che possa andare online, figuriamoci su iPad.

Dato però che negli ultimi tempi di software di collaborazione e task management/GTD online ne spunta fuori uno “nuovo e rivoluzionario” al mese, sto valutando di passare a qualcosa di più usabile anche su tablet.

In breve, la lista di quello che vorrei poter fare, in ordine d’importanza:

  1. se non gratuito, almeno con un prezzo decentemente abbordabile anche per un professionista che lavora da solo
  2. creare i task sotto forma di foglio elettronico, in modo semplice (ragiono per progetto e poi definisco i dettagli, non il contrario)
  3. indicare la durata del singolo task, in modo che l’inizio sia determinato in base alle dipendenze assegnate, e la fine spostata automaticamente
  4. se un task è in overdue, tutte le dipendenze si devono aggiornare automaticamente
  5. aggiungere persone, assegnarle a gruppi, ed indicare il costo orario/giornaliero ed il calendario lavorativo per ciascuno di essi
  6. calcolo automatico dei calendari e dei costi per fase /task /gruppo /utente
  7. creare report sia dettagliati che generali personalizzati, e stamapare su fogli multipli
  8. visualizzazione immediata su Gantt di tutti i task, le fasi, le persone /gruppi coinvolti
  9. il tutto dev’essere online, accessibile da PC e iPad, e condivisibile in modifica o sola lettura

Sto provando un po’ di cosine in giro, e anche se finora non ho trovato quello che fa davvero tutto, scriverò qualche impressione nei prossimi post.

Suggerimenti?

Scrivi un commento. Fai sapere che ne pensi!