Netbook wish list

Scritto da Marco il 11 agosto 2009

Categorie: hardware

Come buona parte delle persone che bazzicano per blog e social network, e tutti coloro che in qualche modo con il web ci lavorano, è fin dalla sua esplosione di poco più di un anno fa che guardo con curiosità al mercato dei Netbook.

Ne ho visti diversi, dal primo EeePC smontato dal Beggi (uff non trovo più il link al video), passando per i vari tentativi dei grossi OEM, fino all’ultimo modello ASUS millequalcosa provato insieme ad Elena … che poi se non ricordo male lei ha comprato ed io no, ovviamente.

Continuo a tergiversare, eppure un piccolino del genere sarebbe un bel risparmio di spazio e pesi durante le varie trasferte, tra treni, aeroporti e mezzi vari in cui se ne vanno giornate intere.

La ragione del procastinare è semplice: non sono ancora riuscito a trovare il prodotto che voglio. I primi modelli erano troppo acerbi, e con schermi troppo piccoli per un uso reale, mentra adesso il mercato si è definitivamente evoluto in una sorta di “parallelo” economico dei notebook veri, se così li possiamo chiamare.

Una scelta di marketing, forse dettata dalla necessità di avvicinare alla connettività tutta la folla dei nuovi netizen arrivati con l’ondata di Facebook, ma che a mio parere ha davvero snaturato l’idea di base del prodotto: non dev’essere il mio strumento di lavoro principale, ma deve consentirmi di fare più cose di quelle che faccio con il BlackBerry.

Provo a stilare un breve lista dei desideri di quello che vorrei, chissà se mai ne troverò uno.

Monitor: non più di 10” (altrimenti sarebbe troppo grande e poco portatile), e con una risoluzione assolutamente non inferiore a 1024×768. La luminosità poi è fondamentale: se non si vede all’aperto, rischia di perdere molta della sua utilità.

CPU: questo non è certo un problema, le Atom vanno benissimo, tutte. Potenza sufficiente e basso consumo.

Memoria volatile: 1GB ci vuole anche per il solo browser ormai, ma se dovesse rivelarsi una discriminante significativa sul prezzo (ne dubito), accetterei anche 512MB.

Memoria di massa: questo è il punto dolente. NON – ripeto – NON VOGLIO un Hard Disk, che alla prima pacca dentro lo zaino si blocca per sempre. Dato che non ci devo salvare nulla, non mi servono 160GB di spazio, e non sono disposto a bruciare il 20% della batteria solo per far girare i piatti interni. SSD, assolutamente. 16GB sono sufficienti per l’uso che conto di farne.

Connettività: Wi-Fi obbligatoria (richiesta superflua, ce l’hanno tutti), certo il massimo sarebbe avere anche un modem HSDPA integrato, dato che non mi posso permettere un iPhone da collegare in tethering. Okay, sarebbe piuttosto faticoso per la batteria, ma penso si possa gestire. Bluetooth non indispensabile. Due USB però sono necessarie.

Sistema Operativo: Linux senza compromessi, con preferenza per Ubuntu, o comunque una derivazione deb. Non avrò mai la necessità di usare Photoshop su una macchina del genere, e dunque non sono disposto a pagare 100€ in più per una copia di Windows che non è indispensabile.

Tastiera / chassis etc.: se cerco un portatile minimale per andare alle riunioni e brevi spostamenti, è evidente che parecchio del suo uso sarà dedicato alla trascrizione degli appunti, alla redazione delle impressioni ed i milioni di bullet delle varie considerazioni a caldo, quindi mi aspetto di scriverci parecchio. Datemi una tastiera usabile e sensibile. E toglietemi di mezzo i pulsantini speciali, che fanno schifo, occupano spazio prezioso, e non servono a niente. Webcam e paccottiglia varia servono a quelli del marketing per vendere i PC alle ragazzine. Sono fuori demografico, grazie.

Prezzo: una cosa come quella che ho descritto si deve poter trovare per meno di 300€.

Adesso posso ricominciare a cercare.

6 Commenti a questo post Fai sapere che ne pensi!

  1. flod Scrive:

    Due considerazioni al volo:
    a) scordati risoluzioni superiori a 1024×768. Che io sappia le risoluzioni sono tutte uguali (1024×600), e trattandosi di prodotti “economici” non esistono schermi ad alta risoluzione (ammesso che ce ne siano da 10″)
    b) la licenza di Windows su quei netbook incide probabilmente per 30€ (o forse meno, non ho idea di quanto costi alla fonte)

    Buona ricerca ;-)

  2. DElyMyth Scrive:

    Quello che cerchi non esiste :P
    Non per quella cifra almeno.

    Per la questione HDD/SSD invece io mi sono dovuta ricredere.
    L’SSD se n’e’ andato a quel paese (ha una vita media piu’ breve se ci scrivi tanto), mentre l’HDD mi e’ caduto dalla bicicletta senza fare una piega.

  3. Marco Scrive:

    Caspita, che velocità! GRAZIE!!
    @francesco: 1024×600 potrebbe andare, dato che comunque il valore più importante resta la def orizzontale. Tengo la finestra del browser dimensionata a 1024px anche sul mio pannello da 1440px.
    Per la licenza potrei anche sopravvolare tentando un triplo salto mortale alla Attivissimo, certo che quando una cosa è inutile il prezzo è sempre troppo alto.

    @elena: e lo so che non esiste :°-( altrimenti perché avrei chiesto aiuto? Certo questa cosa dello SSD non me la sarei aspettata, ne terrò conto sicuramente.

    Nel frattempo, ne ho trovato uno interessante: http://tinyurl.com/nsyypf, soprattutto per il prezzo. L’unico particolare non chiaro è il modem HSDPA … devo capire cosa significa “chiavetta integrata”. Mi danno un dongle posticcio, o ha proprio l’alloggiamento per la SIM interno?
    Indagini in corso.

    Ah, ho dimenticato di dirvi GRAZIE?

  4. Fabio13 Scrive:

    Mi permetto di aggiungere qualche mia considerazione.

    La risoluzione di 1024×768 è tipica di un pannello 4/3, ma ormai gli LCD sono tutti in 16/9 o in 16/10 per risparmiare sul silicio e sull’elettronica di pilotaggio.
    In display molto piccoli la risoluzione, come già scritto, non può essere elevata perché limitata dalla dimensione dei transistor che formano il TFT, quindi difficilmente troverai un 9″ con più di 1024px.

    Con Ubuntu 1GB di RAM sono indispensabili. Se poi usi Firefox, ti avviso che sotto Linux non è performante come in Windows e risulta abbastanza assetato di memoria (BUG 341083).

    Confermo quanto già scritto nei precedenti commenti, gli hard disk convenzionali si danneggiano se subiscono urti violenti mentre sono in funzione, se sono spenti nello zaino le testine sono parcheggiate e non ci dovrebbero essere problemi.
    Gli SSD, invece, hanno un numero di scritture limitato, superato il quale la cella di memoria non è più affidabile e il disco inizia a perdere dati.

  5. Gianni Riccardi Scrive:

    Ehilà Marco, chi si rivede da queste parti :-)

    Confermo anch’io quanto detto sulla durata degli SSD (almeno quelli che puoi aspettarti di trovare su un netbook a quel prezzo). Aggiungerei che anche per quanto riguarda il risparmio in termini di durata della batteria non è che le cose siano così scontate, dipende molto da cosa ci fai con il disco; e poi alcuni ssd sono progettati per massimizzare le prestazioni piuttosto che per minimizzare i consumi.

    Ah, dimenticavo: sul mio vetusto portatile Asus, Ubuntu (con compiz e pizzi e merletti…) sta larga in 512 mega di RAM. Né vedo (soggettivamente) differenze a livello prestazionale (e nemmeno per quanto riguarda le pretese in fatto di memoria) tra le versioni di Ffox per Windows e Linux/Unix. Il “bug” (peraltro unconfirmed) 341083 è del 2006 , forse non è il caso di preoccuparsene più di tanto adesso :-)

  6. Marco Scrive:

    Gianni!!! E chissà che non ci si riveda anche di persona!
    Mi state proprio aprendo gli occhi sugli SSD, la mia casistica fino ad oggi era decisamente diversa, a conferma che dal web non si può che imparare.

    Sulla questione di FF/Linux non ho la tua esperienza, ma usandolo continuamente su diverse VM (quindi aggiungi le latenze dovute allo HAL), non ho mai riscontrato rallentamenti, anzi.

    Della questione dello spazion in RAM comunque ne parlava anche Francesco qualche tempo fa, ma confermo anche quì che a me problemi non ne ha mai dato.

    Intanto, grazie ai vostri consigli, sto scandagliando in giro. Prima o poi qualcosa di buono lo trovo.

1 Trackback per questo post

  1. Notizie dai blog su Ubuntu Unity e Ubuntu Light: Canonical punta ai netbook e agli OEM Says:

    […] Netbook wish list Come buona parte delle persone che bazzicano per blog e social network, e tutti coloro che in qualche modo con il web ci lavorano, è fin dalla sua esplosione di poco più di un anno fa che guardo con curiosità al mercato dei Netbook . blog: marco.log | leggi l'articolo […]

Scrivi un commento. Fai sapere che ne pensi!